Meditazione 2: io sono lo spazio in cui tutto accade (video)

vedi video area riservata


leggi tutto

Meditazione 3: Lo sfidante film documentario (video)

 Vedi video area riservata

Ogni essere umano che appare in vita sul nostro meraviglioso pianeta Terra ha diritto ad una vita piena, felice, intensa, che gli permetta di esprimersi nella sua unicità irripetibile, che gli porti il dono della Saggezza, e che gli permetta di contribuire fattivamente al miglioramento delle condizioni di vita dell'intera comunità umana.

Questo diritto, questo naturale retaggio ad una vita maestosa, gli è stato offuscato.

Ma da che cosa?

Che cosa si frappone tra noi e la vita che desideriamo, i sogni che vogliamo realizzare, la pace che desideriamo raggiungere? Siamo stati condizionati a credere che qualcosa di esterno a noi stessi sia la causa della nostra infelicità, ma non è così. Qualcosa che agisce dentro di noi scatena al di fuori quell'inferno dal quale vogliamo fuggire, ma di cui non riusciamo a privarci. Qualcosa di cui spesso non conosciamo nemmeno l'esistenza, perchè nessuno ci ha mai spiegato dove guardare; tranne, naturalmente, tutte le tradizioni di ricerca interiore che hanno un fondamento nella Verità, perchè tutte, senza alcuna eccezione, indicano da sempre l'esatto punto dove guardare e l'esatto modo di liberarsi.

Un insieme di Forze agisce su ogni essere umano al fine di depotenziarlo e renderlo timoroso, debole, dubbioso, attaccato emozionalmente ad abitudini dannose, e portato ad indugiare invece che ad agire. Questo insieme di Forze è sostenuto dalla nostra non conoscenza dei mezzi che esse usano per depotenziarci, ma può essere inattivato per consentire finalmente alla Consapevolezza che alberga in noi di dispiegarsi verso ciò che è realmente.

Questo insieme di Forze è ciò che in questo film documentario identifichiamo con Lo Sfidante. Un termine di comodo, un segnale indicatore. Verso una realtà che è giunto il momento di svelare e diffondere.

Nel film, vedremo in che modo Lo Sfidante ci depotenzia, quali sono i mezzi che utilizza per farlo, e una possibile via di azione che ci porti a liberarci dalla sua nefasta interazione con noi.

 

Testo tratto interamente dal sito: www.marenectaris.net

Sempre presso questo sito è possibile fare il download sia del testo completo che dello stesso film documentario. 

 


leggi tutto

Meditazione 1: sconfiggere paure e ansia (video)

 

Corretta posizione seduta e respiro consapevole

Vedi video area riservata

 

La corretta posizione seduta (tutto ciò che verrà detto lo si può estendere anche alla postura eretta), ci permette di mantenere un collegamento con la terra e una buona verticalizzazione verso l’alto, unico modo per poter riportare equilibrio dentro di noi. Infatti il connubio tra terra e cielo rappresenta l’unione perfetta di cui l’essere umano ha bisogno per mantenersi in equilibrio e per poter far fronte ad una realtà, soprattutto quella attuale dove tutto ruota attorno a dei NON VALORI come l’immagine, l’estetica, la performance, il non invecchiare, essere sempre efficienti. Se poi aggiungiamo le incertezze che nascono dentro all’animo delle persone a causa delle guerre, della violenza, dell’instabilità economica, della mancanza di solidarietà e rispetto tra le persone, si può presto capire il perché l’essere umano è così come non mai afflitto da stati d’ANSIA, depressione, alterazione dell’umore come tristezza, rabbia, sconforto e soprattutto PAURA e INSICUREZZE, matrici di quasi tutti i disturbi della personalità.                     Nella posizione corretta seduta e in piedi è possibile cogliere attraverso un atto di ascolto la vitalità, la calma e un appagamento profondo che proviene da una respirazione consapevole.

 


leggi tutto

Curare l'apparato gastrointestinale

 

In questa tematica affronteremo come poter migliorare significativamente le condizioni di salute dell'apparato gastrointestinale, mediante consigli che spazieranno dall'alimentazione alle asana, cioè posizioni yoga particolarmente indicate per apportare un buon contributo alla funzionalità di questo delicato apparato che tanto disturba e mette in croce la maggior parte delle persone. Inoltre è da tenere ben presente che da un buon funzionamento dell'apparato digerente, dipende anche il buon funzionamento di tutti gli altri apparati compreso quello scheletrico e muscolare. 

Innanzitutto vediamo cosa si intende per apparata gastrointestinale.

L'apparato digerente è formato da un insieme di organi cavi che nel loro insieme, come suggerisce il nome stesso, presiedono all'introduzione degli alimenti, alla loro successiva digestione, all'assorbimento delle sostanze nutritive che contengono e all'eliminazione di quelle inutili o presenti in eccesso. Le principali funzioni dell'apparato digerente sono pertanto quattro:

 

  1. Ingestione
  2. Digestione
  3. Assorbimento
  4. Defecazione

leggi tutto

Incontinenza Urinaria

 

L'incontinenza urinaria è una perdita involontaria di urina. Il disturbo può derivare da una varietà di condizioni, che includono danni fisici, invecchiamento, tumori, infezioni del tratto urinario e disturbi neurologici. Alcune di queste cause comportano solo disagi temporanei e facilmente curabili, mentre altri problemi sono più gravi e persistenti. 

L'incontinenza urinaria può avere un profondo impatto sul benessere emotivo, psicologico e sociale del paziente. Tuttavia, risulta quasi sempre da una condizione medica sottostante, che può essere gestita o curata con successo.

Il disturbo è più comune nella popolazione femminile, sia per l'anatomia del tratto urinario, che per implicazioni ormonali.

Diversi studi scientifici hanno riscontrato che la gravidanza e il parto (tramite taglio cesareo o parto vaginale) possono aumentare il rischio d'incontinenza urinaria. In tali casi, si verifica un indebolimento dei muscoli e dei legamenti del pavimento pelvico, che causa una condizione chiamata ipermobilità uretrale (l'uretra non si chiude correttamente). L'incontinenza urinaria interessa circa il 20-40% delle donne dopo il parto; il più delle volte è transitoria (scompare spontaneamente nel giro di un mese o poco più) e come vedremo in seguito è perlopiù "da sforzo". Anche il prolasso dell'utero può causare incontinenza. Questa condizione si verifica in circa la metà di tutte le donne che hanno partorito. Durante la menopausa, i soggetti di sesso femminile possono soffrire di perdite di urina a causa della diminuzione dei livelli di estrogeni ed è interessante notare che la terapia estrogenica sostitutiva non si è dimostrata utile nella gestione dei sintomi.

Gli uomini tendono a sperimentare l'incontinenza urinaria meno spesso rispetto alle donne. L'iperplasia prostatica benigna (ingrossamento della ghiandola prostatica) è la causa più comune di incontinenza urinaria negli uomini dopo i 40 anni. 

Vediamo ora solo i principali e più comuni tipi di incontinenza.

 


leggi tutto















Glossario